Piegatrice lamiera: perché scegliere una piegatrice ibrida?

Piegatrice lamiera: perché scegliere una piegatrice ibrida?

Quali sono i fattori da considerare nella scelta della giusta piegatrice per lamiera e perché scegliere una piegatrice ibrida?

Se stai pesando di acquistare una pressa piegatrice nuova, magari approfittando degli incentivi fiscali Industria 4.0 a disposizione, in questo articolo troverai molte informazioni utili per scegliere una pressa piegatrice.

Probabilmente hai già sentito parlare delle presse piegatrici ibride e conosci già le differenze e i vantaggi rispetto a una piegatrice elettrica e una pressa idraulica

Qual è la piegatrice migliore?

Partiamo subito col dire che non esiste una piegatrice migliore e una peggiore. Piegatrici idrauliche, piegatrici elettriche e piegatrici ibride possono andare bene per una carpenteria  e non per un'altra. Proprio così. La prima cosa da fare, quindi, per scegliere una pressa piegatrice, è chiedersi quali sono le tipologie di lavorazione della lamiera che effettui e le necessità che hai.

Fai prototipi? Fai piccoli lotti che verranno rifiniti in seguito da un'altra lavorazione? Realizzi parti in lamiera ad alta precisione oppure hai grosse commesse standard che possono essere automatizzate facilmente? Una volta che hai capito le tue esigenze, ti sei già tolto un grande problema e puoi iniziare a guardarti attorno. Se invece non ti chiarisci le idee prima, rischi di girare come trottola e perderti tra preventivi e caratteristiche tecniche della macchina che potrebbero non servirti veramente. 

In VICLA, per esempio, il primo passo è sempre una telefonata. In questo modo possiamo capire esattamente quali sono le tue necessità e i problemi di piegatura da risolvere e possiamo così proporre soluzioni concrete e su misura. L'ascolto delle tue esigenze è infatti il primo passo fondamentale per aiutarti a trovare la piegatrice migliore.

È meglio una piegatrice idraulica o ibrida? 

La pressa piegatrice idraulica è in assoluto il modello più diffuso. Il punzone si muove grazie ad un sistema di cilindri idraulici la macchina può raggiungere lunghezza di piegatura fino a 8 / 10 m e forza di piega fino a 3.000 ton. 

Perché scegliere una piegatrice idraulica VICLA

  • è dotata della stessa meccanica di precisione della piegatrice ibrida VICLA .SUPERIOR
  • a differenza di altre marche, questa piegatrice è dotata di una bombatura idraulica di serie per angoli a 90°
  • è possibile personalizzarla con soluzioni e optional su misura

Pressa piegatrice ibrida VICLA .SUPERIOR

pressa piegatriceÈ una piegatrice dotata di un innovativo impianto idraulico ibrido senza valvole proporzionali in presa diretta. È dotata di motori ad alta coefficienza energetica e, a differenza di una piegatrice idraulica convenzionale, consuma energia SOLO durante l’operazione di risalita e di piega. Inoltre, rispetto a una piegatrice elettrica, non ha limiti di forza.

«Uno dei grandi pregi delle nostre piegatrici per lamiera .SUPERIOR – afferma Marcello Ballacchino, titolare e fondatore di VICLA – risiede nel fatto che la nostra piegatrice ibrida nasce come macchina “aperta”. Questo significa che, se un cliente ha la necessità di aggiungere altre funzionalità in un secondo momento, come ad esempio portare il numero degli assi da 4 a 7, noi siamo in grado di farlo senza la necessità di sostituire o eliminare la meccanica esistente, rendendo possibile un upgrade “su misura” per efficienza e prestazioni».

Leggi l'articolo completo pubblicato su Meccanicanews.it

Progettate e realizzate con estrema attenzione ai dettagli, le presse piegatrici VICLA .SUPERIOR sono disponibili in vari modelli, tutti dotati di default di un innovativo sistema ibrido, a tutto beneficio di un risparmio energetico che rispetto a una pressa piegatrice idraulica convenzionale può raggiungere il 55%. Anche la riduzione di utilizzo di olio idraulico è notevole ed è possibile grazie anche al doppio serbatoio.

Punti di forza:

  • diminuisce il consumo energetico e lo azzera a macchina ferma;
  • mantiene l’olio a temperature costanti senza mai scaldarlo grazie al doppio serbatoio;
  • combina i vantaggi delle presse piegatrici elettriche e le presse idrauliche;
  • lunghezze di piega da 2.100 a 8.100 mm;
  • forze di piegatura da 50 a 600 ton.

Una piegatrice ibrida è la soluzione preferita da chi:

  • cerca una macchina ad altissima precisione;
  • vuole aumentare le performance produttive;
  • desidera ridurre i costi di manutenzione e di utilizzo della macchina:
  • produce prototipi, magari con profili complessi e lunghi;
  • è un carpentiere o un’azienda che lavora numerosi lotti di commesse e deve ottimizzare la produzione.

Ti piacerebbe vedere con i tuoi occhi come funzionano le nostre presse piegatrici VICLA?

Clicca qui se vuoi essere ricontattato o desideri venire a trovarci.

manuale pressopiegatura pdf