Manutenzione pressa piegatrice: la guida completa

manutenzione pressa piegatrice

La manutenzione della pressa piegatrice per lamiera è un aspetto fondamentale per mantenere l'efficienza della macchina, ma viene spesso trascurata.
Tieni presente che, se effettuata con regolarità, la manutenzione della pressa piegatrice consente di individuare possibili danneggiamenti e guasti che nel tempo comprometterebbero l'efficienza della macchina.

Sai bene che individuare in anticipo problemi seri nel funzionamento della piegatrice ti permette di evitare costosi interventi di manutenzione.

Pulire ed effettuare una manutenzione programmata della macchina è semplice, ma allo stesso tempo richiede una cura e attenzione particolari.

In questa guida scoprirai quali sono gli interventi che consigliamo di fare con cadenza giornaliera, settimanale e mensile. In più, troverai un elenco di interventi da effettuare almeno una volta all'anno e che ti consentono di mantenere la tua piegatrice sempre in perfetta efficienza.

Tieni sempre presente che si tratta di interventi ordinari; per problemi più seri, fai sempre affidamento ai nostri tecnici qualificati VICLA.

Ecco di cosa parleremo:

Manutenzione pressa piegatrice: preparare la pressa piegatrice

Prima di effettuare la pulizia devi preparare la macchina per garantire la sicurezza tua e dei tuoi colleghi. 

Ecco la procedura che consigliamo di seguire:

  • All'inizio del turno di lavoro ispeziona la macchina e controlla che la tabella e l'area della matrice siano privi di residui del turno precedente
  • Delimita l'area con barriere e segnali
  • Fai scendere la traversa mobile fino a che la punta dell'utensile superiore è a contatto con l'utensile inferiore. Gli utensili devono essere lasciati chiusi fino al termine delle operazioni di manutenzione
  • Assicurati di disinserire l'alimentazione elettrica e blocca con il lucchetto il sezionatore generale posto sulla porta dell'armadio elettrico
  • Porta l'interruttore generale  in posizione 0scarica il manuale di pressopiegatura in pdf

Le 5 best practice da seguire

1) La conoscenza tecnica della propria macchina

Gestire correttamente la propria pressa piegatrice e averne cura è senza dubbio il primo passo per farla durare a lungo. Vediamo alcune cose che è fondamentale sapere per la corretta manutenzione della pressa piegatrice.

2) La corretta e costante lubrificazione

La pressa piegatrice è un'orchestra di organi meccanici in movimento e gestiti da sistemi elettrici ed elettronici.

È estremamente importante seguire scrupolosamente le specifiche del costruttore per quanto riguarda la frequenza e la posizione dei punti di lubrificazione.

Corretta lubrificazione significa anche utilizzare grassi e oli di qualità, scelti esclusivamente su specifica del costruttore.

Tra i punti dove la lubrificazione è necessaria ci sono: i punti di scorrimento della traversa, del carro posteriore e degli eventuali accompagnatori.

Se presente, controllare metodicamente l'impianto di lubrificazione centralizzato.

3) La pulizia della macchina

Una pressa piegatrice pulita non è solo bella da vedere ma è anche utile!

Di solito solo se la macchina è perfettamente pulita è possibile individuare eventuali perdite d'olio anche minime come trafilamenti dai cilindri, gocce anomale nella zona del registro posteriore o sulla zona del pavimento interno alla macchina.

Per una corretta pulizia è necessario seguire le specifiche del costruttore, non usando detersivi aggressivi o, in generale, prodotti inadatti.

Oltre a questo, è assolutamente necessario prestare attenzione a non pulire impropriamente le righe ottiche!

In caso di dubbi, contattare il costruttore.

4)  Il controllo generale del corretto funzionamento e delle tarature

Una pressa piegatrice è composta da molte parti, anche di grandi dimensioni, che si muovono.

Gli azionamenti di queste masse elevate vengono svolti ripetutamente per milioni di cicli in un anno con tolleranze estremamente ristrette.

Pensiamo solo ad una traversa che pesa migliaia di chilogrammi: per ogni ciclo viene "lasciata cadere" per poi essere frenata ad una velocità ridotta in pochi decimi di millimetro.

Viene portata alla quota minima di discesa (PMI) con una precisione centesimale e, successivamente, riportata in alto per la piega successiva.

Le inerzie, le vibrazioni e gli sforzi continui possono logorare nel tempo alcuni componenti soggetti a usura.

Un operatore attento nel proprio lavoro deve esserlo anche nei confronti della propria macchina, segnalando immediatamente ogni tipo di anomalia anche di piccola entità.

Solo lui è in grado di riconoscere quali sono i segnali che possono sfociare in problematiche molto più grandi e dannose per la macchina e la produzione.

Per esempio, eventuali piccoli giochi del registro posteriore o scarsa precisione nel posizionamento.

Ovviamente, a monte, è necessario scegliere un produttore in grado di realizzare presse piegatrici di qualità per abbattere la quasi totalità di questo tipo di problemi.

5) Tenere puliti gli utensili e il banco

È necessario mantenere pulite le superfici di contatto tra le matrici, i punzoni e la macchina.

Infatti, quando si piegano materiali come l'acciaio al carbonio, oppure, quando l'acciaio inossidabile presenta delle piccole sfere di scoria negli spigoli dei fori e dei bordi causate da un taglio laser imperfetto, è frequente che tali residui finiscano sul banco della pressa.

Se non vengono tolti possono creare delle incisioni sulle basi di appoggio che negli anni diventano rilevanti al fine di una piegatura ottimale.

Le precauzioni da seguire per la manutenzione della pressa piegatrice

Se combinata con un uso corretto della pressa piegatrice, la manutenzione programmata permette di fare una differenza significativa in termini di performance ed efficienza della macchina.

Nell'effettuare i lavori di manutenzione o riparazione devi sempre seguire scrupolosamente le istruzioni contenute all'interno del manuale di manutenzione della tua pressa piegatrice.

In linea generale, ti riportiamo un elenco generico delle precauzioni che a cui dovresti attenerti: 

  • Non utilizzare solventi e materiali infiammabili
  • Presta attenzione a non disperdere nell'ambiente liquidi lubrorefrigeranti
  • Per accedere alle parti più alte della macchina, utilizza i mezzi idonei alle operazioni da svolgere
  • Non salire sugli organi della macchina, in quanto non sono stati progettati per sostenere le persone
  • Al termine dei lavori, ripristina e fissa correttamente tutte le protezioni e i ripari rimossi, aperti e disattivati

manutenzione della pressa piegatrice

Programmare la manutenzione della pressa piegatrice

Manutenzione giornaliera 

Al termine del turno oppure a fine giornata di lavoro effettua i seguenti controlli:

  • Verifica del funzionamento del dispositivo di sicurezza. Ad esempio sulla nostre piegatrici VICLA sono montati i dispositivi Lazersafe. Questo dispositivo di sicurezza funziona otticamente e presenta lenti per la focalizzazione dei raggi di sorveglianza della zona pericolosa sotto la traversa. Le lenti frontali sul proiettore e ricevitore vanno pulite ogniqualvolta noti accumuli di polvere, untuosità, impronte, grasso, macchie o sporcizia in genere.
  • Ricordati di controllare il funzionamento del pedale di discesa a tre posizioni.
  • Utilizza un panno asciutto per togliere tutti i residui di lavorazione. Non utilizzare MAI aria compressa e proteggi sempre le mani con guanti in neoprene o PVC.
  • Fai attenzione nel pulire con cura gli utensili, il banco, i supporti e il registro posteriore. Non dimenticarti di controllare anche gli eventuali accessori installati sulla macchina. 

Manutenzione settimanale 

  • Assicurati che l'arresto di emergenza funzioni correttamente.
  • Verifica il funzionamento della protezione posteriore.
  • Controlla le protezioni laterali.
  • Verifica l'indicatore di intasamento del filtro. Se la lancetta del vacuostato si trova sul colore giallo, l'elemento filtrante va subito sostituito. 

Manutenzione mensile 

  • Pulisci i tubi e i componenti idraulici. L'impianto idraulico in senso generale (blocchi, valvole, gruppo moto/pompa, sistema tubiero, ecc.) va pulito esternamente almeno una volta al mese.

Questa pulizia ha lo scopo di poter individuare eventuali zone di perdita e serve per allontanare il rischio di ingresso nel sistema di inquinanti in occasione della sostituzione di componenti. Inoltre evita la riduzione dello scambio termico tra l'impianto e l'ambiente.

  • Fai una verifica visiva della tenuta dei raccordi ed eventuale serraggio. Tieni presente che il controllo del serraggio dei raccordi del circuito idraulico è da fare dopo le prime 160 ore di funzionamento della pressa piegatrice.

La manutenzione mensile delle tubazioni rigide, specialmente in prossimità dei raccordi, della pompa e dei cilindri è importante per individuare eventuali trafilamenti. Considera anche le tubazioni flessibili di raccordo tra la pompa e l'impianto: in caso di rigonfiamento vanno subito sostituite.

  • Livello dell'olio: ricordati che va controllato anche dopo eventuali lavori di manutenzione sull'impianto idraulico.
  • Pulisci il filtro dell'aria del serbatoio con aria compressa

Manutenzione annuale

  • Ogni anno pulisci e lubrifica le guide della traversa mobile utilizzando uno straccio pulito.
  • Gruppo filtro aria con separatori di condensa. Il microfiltro disoleatore deve essere sostituito 1 volta all'anno, e comunque quando la caduta di pressione raggiunge 1 bar.
  • Sostituisci l'olio del circuito idraulico. Pulisci il serbatoio e sostituisci l'elemento filtrante del filtro olio.

In questa guida abbiamo visto quali sono le procedure da seguire per mantenere la tua piegatrice in buona salute preservarne l'efficienza. Infatti, una pressa piegatrice pulita, è anche una macchina controllata, perché in ogni punto possono comparire eventuali danneggiamenti o piccole perdite d'olio.

Ora che conosci quali sono gli interventi da fare ogni giorno, ogni settimana e ogni anno puoi creare una programmazione completa della manutenzione della pressa piegatrice.

scarica il manuale di pressopiegatura in pdf